Polpettine speziate di quinoa bianca e patate

polpettine-di-quinoa

La quinoa bianca non si presenta molto invitante dopo la cottura, ecco perché l’ho resa più sfiziosa con l’aggiunta di spezie e ingredienti e più appetibile formando delle polpettine e friggendole.

Ingredienti per 12 polpettine:

150 gr di quinoa bianca

1 patata

1 uovo

2 cucchiai di parmigiano

4 cucchiai di pangrattato, più quello per panare le polpette

1 cucchiaino di curry

2 cucchiaini di paprika forte

Sale, pepe

300 ml di olio di semi

Procedimento:

  1. Mettete una pentola media riempita per metà d’acqua a bollire. Lavate, sbucciate e tagliate a pezzi piccoli una patata. Raggiunto il bollore aggiungete all’acqua il sale, la patata e la quinoa bianca.
  2. Fate cuocere il tutto per circa 10 minuti. Spegnete il fuoco e scolate bene il contenuto della pentola (vi consiglio di utilizzare un colino dalla trama stretta, come quello del thè, per scolare la quinoa, perché altrimenti uscirebbe dai fori).
  3. Lasciate raffreddare il tutto e poi passatelo nel passaverdure, per renderlo un composto omogeneo. Aggiungete un uovo, quattro cucchiai di pangrattato, il curry, la paprika, il pepe e due cucchiai di parmigiano, e iniziate ad impastare.
  4. Mettete a scaldare 300 ml di olio di semi in un pentolino stretto e profondo (conferirà al fritto croccantezza ed eviterà che le polpette vengano unte).
  5. Formate con il composto di quinoa e patate delle polpettine passandole su uno strato di pangrattato, per aiutarvi nella composizione (il composto risulterà molto morbido da lavorare, per cui non temete di aggiungere del pangrattato in questa fase), e per conferire uno strato di panatura. Procedete finché non avrete esaurito il tutto.
  6. Controllate che l’olio sia giunto a temperatura immergendo uno spaghetto, se si formano delle bollicine intorno vuol dire che potete friggere, altrimenti attendete ancora qualche minuto e riprovate. Immergete poche polpette alla volta (per poterle girare e per non fare abbassare la temperatura dell’olio), fatele dorare bene e mettetele a scolare su carta assorbente. Procedete così per tutte le polpette.
  7. Servite ancora calde, magari accompagnate da una insalatina di carote.
Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...